Ricerca Avanzata

Esce la pagina su un ramo poco conosciuto della famiglia Strozzi


Dopo l'acquisizione della corrispondenza femminile degli Strozzi, pubblichiamo l'albero genealogico dei discendenti di Francesco di Benedetto alla pagina Strozzi ramo di Filippo di Pagno.

Nel giro di un paio di generazioni della prima metà del Cinquecento, un ramo poco conosciuto della potente famiglia fiorentina degli Strozzi, accumula fortune e ricchezze. Fatto sta che i due fratelli Ludovico e Taddeo Strozzi, figli di Zanobi e di Oretta Gaddi, sposano due sorelle Alamanni, Camilla e Maria, ma entrambi muoiono senza figli. Per questa ragione il palazzo di famiglia, costruito sull'attuale via Tornabuoni, di fronte al palazzo principale degli Strozzi, e i beni di campagna passano ai nipoti Alamanni.

Ludovico e Taddeo avevano collaborato con gli zii Gaddi, Giovanni, Niccolò e Sinibaldo, e a questo fine avevano soggiornato a lungo nelle Marche, a Fano, Sant'Elpidio, Macerata e ad Ancona, lasciandoci una fitta corrispondenza familiare e di lavoro. Il riordino e la descrizione delle lettere sono ora in corso, ma siamo in grado oggi di pubblicare, grazie al lavoro di Tania Mio Bertolo, la Corrispondenza Strozzi familiare di parte femminile. I personaggi principali sono:

Esce la pagina su un ramo poco conosciuto della famiglia Strozzi